Home #10 World's Religions L'Arcangelo Michele offre l'ultima Introduzione al Mio Libro ... "Il Libro della Apocalisse spiegato ..."
L'Arcangelo Michele offre l'ultima Introduzione al Mio Libro ... "Il Libro della Apocalisse spiegato ..." PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Wednesday, 23 May 2012 10:15

Arcangelo Michele

***

   Salve nel Giorno del Messaggero, Il Giorno di Mercurio, il Giorno di Odino ... 

   Ed in verità ... il Mio Libro ...

   spiega il Libro ... della Apocalisse di Giovanni, visto che sono gli stolti NON vedono che quei tempi, annunciati sono proprio questi tempi.

   I Lavoratori della Luce, che sono UNO nella Coscienza di Cristo ... sanno questo ... e loro ... ognuno come una formichina ... chi canalizzata a questo Maestro, chi canalizza all'altro ... offrono quello che poi ... il Messaggero raccoglie.

   Perché è sempre il Messaggero che porta i Messaggi. E sono sempre messaggi di Sopra, del Cielo.

   Il Libro della Apocalisse è stato ... canalizzato ... ovvero portato dal Mondo di Dio, al mondo della Materia, dall'Amato Giovanni il Rivelatore.

   Spiegare tale libro è cosa complessa e solo gli Angeli possono farlo ... ma gestire questa informazione può essere fatto solo da un Messaggero ... compatibile con i messaggi, consono con gli angeli ... con i Maestri, con altri messaggeri ... loro Padri e Madri, loro fratelli e sorelle.

    Con questa Introduzione completo il ciclo di omaggi relativi al libro in fase di stesura e di prossima uscita.

Grazie,

Giovanni A. Orlando.

***

    

Introduzione dall’Arcangelo Michele. 

 

Il Giudizio degli Angeli Caduti

La prima fiala 

Figli dell’Unico:

Io vengo con l'autorità di Alfa, di cui nella presenza ardente mi levo in piedi, e dinanzi il suo trono mi inchino. Sono Michele, Arcangelo del primo raggio, l’unto dal Potente di Dio per ministrare sulle onde-di vita in questi sistemi di mondi, commissionato dal santo dei santi, per difendere la fede, la carità come la fiamma a tre foglie nella quale Dio ha deposto il suo altare nel cuore di ogni figlio e figlia che ha fatto.

Io vengo nella fiammante purezza dei Crìsitici. Io vengo come portatore della parola, non solo dei sette arcangeli , ma anche dei Signori del Karma, e dei Sette Chohan (sono in molti, oltre sette).

Io vengo per compiere l’editto cosmico del Signore:

“Egli dice infatti:
Al momento favorevole ti ho esaudito
e nel giorno della salvezza ti ho soccorso.
Ecco ora il momento favorevole, ecco ora il giorno della salvezza!

   - Corinzi 2:6.

 

Questo giorno di giorni, è il giorno accettabile per il giudizio del Signore.

E’ veramente giudizio è emesso dalla sede di giudizio.

I Sette Arcangeli vengono Avanti portando le fiale delle sette piaghe. Vestiti in lino purissimo e bianco, e adornati con cinture dorate, i sette arcangeli vengono dal tempio del tabernacolo, portando le sette fiale dorate che sono piene della collera di Dio. (Vedi Apo 15:6-7).

E’ stato detto che la collera di Dio è la collera dell’uomo che il Signore Iddio, se stesso ritorna contro la generazione idolatra. E ai Sette Arcangeli è dato l’ordine di consegnare i colli del Karma dell’Umanità, non soltanto su questo pianeta o questo sistema di mondi, ma su pianeti di incontabili mondi, dove i frutti dell’albero della conoscenza del bene e del male, sono stati condivisi dall’uomo e dalla donna, i quali sono stati fatti dal signore. (Vedi Gen 2:9).

Adesso guarda come I Signori del Karma e I venti Quattro anziani, si prostrano indietro con le teste inchinate, quando le sette piaghe per il cattivo uso del fuoco sacro sono consegnate all’Umanità, dagli Angeli del Signore Iddio, perche la legge che è infallibile e irrevocabile — la stessa legge che governa i cicli del Cosmo ed è l’alito che entra, e l’alito che esce dei Sette Spiriti dei Sette Elohim (Apo 4:5), i quali governano l’armonia delle sfere e suonano le corde della coscienza cosmica.

Questa è la legge che regola sull’uomo asceso e l’uomo non asceso. “E il Cielo e la terra passeranno, ma non una virgola o una tilde passera nella legge, fino a che questa verrà compiuta”.

 

Adesso facciamo contatto con i portatori della Luce, che sono uno nella coscienza di Cristo, uno nella Fiamma a tre foglie, le foglie dell’Amore, della Saggezza e del Potere. Voi che formate l’anello della gerarchia tra le evoluzioni di Dio non ascesi, guardate adesso come i sette arcangeli, nelle loro vesti bianche distinte dagli stemmi dei sette gradi — e la mia propria di un brillante blu zaffiro, che focalizza la protezione e la perfezione della volontà del dio sul primo raggio.

L’amato Giofiele, del Secondo Raggio, con il Colore Giallo Dorato del Cristo, la saggezza della legge perfezionata dai Logo nelle menti dei figli di Dio, e Camuele, vestendo il colore rosa di rosa, l'amore dello Spirito Santo che è per la fusione delle fiamme gemellate sul terzo raggio ed il rilascio della creatività di Dio fra le nazioni.

Gabriele, nello stemma dei Serafini, rappresenta la Bianca purezza e la disciplina del Quarto Raggio, richiesto per quelli che desiderano la riunione con Dio e l’ascensione per mezzo della dedicazione alla Fiamma Madre. E Raffaele, si alza in piedi con il suo raggio verde smeraldo che mette a fuoco la verità del quinto raggio che è la liberazione dei Figli di Dio dall'errore provocato dai caduti — la verità che porta la guarigione nelle sue ali e la scienza della madre.

Uriele, l’Arcangelo che mantiene il porpora e l’oro del Signore Cristo, ministra sulle moltitudini nel rituale del Sesto raggio di Servizio, impartendo l’essenza del corpo e del Sangue del Cristo e l’Arcangelo Zadchiele, nel rituale del Settimo Raggio, onora il fuoco Violetta della Libertà nel nome di Saint Germain per la liberazione di ogni anima, per mezzo dell’Alchimia del Perdono nell’Eta Acquariana.

Veniamo con le nostre legioni e con le Arcangele a disposizione. Veniamo come il tempio riempito del fumo dalla gloria di Dio e dal suo potere; ed il fumo alza le energie dello Spirito Santo, che ora sono venute sull’Umanità per il Giudizio. Gioite, Figli dell’Unico! Figli della Luce, Gioite! Per vedere, con l’arrivo del giudizio c’è la realizzazione del vostro proprio ardente destino!

Il Giudizio è l’alienamento delle energie alla destra e alla sinistra della Fiamma. Giudizio è l’occhio vedi - tutto focalizzando il giusto e l’errato alla coscienza e alle anime della Luce e le anime dell’oscurità. Giudizio è l’opportunità di vedere ogni infrazione della Legge, dentro e fuori di essa. Giudizio è la misurazione della misura dell'uomo e della donna, su l’asta della legge e per lo scettro della sua autorità.

Adesso arriva la Gran Voce fuori dal tempio, parlando ai sette Arcangeli, “Andate e seguite il vostro cammino, svuotando le fiale della collera di Dio sulla Terra”. In quest’ora del Ciclo Oscuro che gira quando l’Umanità raccoglie il karma dei loro abusi sul raggio femminile e delle energie del centro Fuoco Bianco, ancorati nel Chakra della Base della Spina dorsale, la Legge richiede che i Figli della Luce di perseguire la trasmutazione dell'uso improprio di queste energie sacre nei sette raggi affinché convergono nella fiamma bianca della madre.

E’ cosi, lasciate che l'umanità indossi le vesti bianche dei santi. Lasciate loro vedere la purezza della dedicazione focalizzata nelle auree di quelli che hanno raggiunto la vittoria sopra la bestia e sopra la sua immagine ed il numero del suo nome (Apo 15:2).

Lasciate che quelli che marciano con la Divina Madre e trasportano la Bandiera di Maitreya, il Cristo Cosmico, chiamino davanti il loro stesso fuoco sacro, del loro corpo di Luce, del “IO SONO QUEL IO SONO”, per consumare le cause e il centro della disintegrazione e la morte che porta l'annotazione dell'omicidio della madre divina ed il macello dei santi innocenti che è stato promulgato diverse volte su Lemuria, e su Atlantide è in ogni civilizzazione antica e moderna dove i caduti hanno proposto la loro oscurità e la loro diabolica malignità, la degradazione della loro immagine della donna e la loro degenerazione delle energie dei Figli della luce. (Infatti li hanno violentati).

Proceda ora il giudizio di quei caduti! E con la discesa dei fuochi del Giudizio nessuno verrà risparmiato.

Tutti devono rendere conto questo giorno, perché questo è il giorno di salvezza. L’Amata Alfa, dinanzi la cui noi cantiamo, “Santa, Santa, Santa”, ha annunciato il bloccaggio di questi caduti, il quale si è presentato secondo i cicli della Terra il 16 aprile 1975.

Le invocazioni dei due testimoni, fatte simultaneamente sopra e sotto, nelle ottava dello spirito e della materia per la legatura di quel Lucifero, sono state compiute dai sette arcangeli, e l’Oste del nostro Signore Cristo. E’ cosi il dovere e il Darma si sentono in voi, per legare quelli, e rimandarli alla Corte del Fuoco Sacro convocata sulla Stessa di Sirio, dove i 24 Anziani, anziani hanno trovato colpevole e sentenziato l’archi falso e Padre di tutte le bugie dell'umanità, alla seconda morte.

“Adesso è arrivata la salvezza e la forza, e il Regno del Nostro Dio, e il Potere del suo Cristo: perche l'accusatore dei nostri fratelli è caduto giù, e cosi quelli che li hanno accusati prima dell’inizio del giorno e notte.

Con il Caduto, molti che lo hanno seguito nella Grande Ribellione sono statti portati in giudizio. E le loro testimonianze continuano giorno dopo giorno, e la fine del ciclo di opportunità per il pentimento, arriva per coloro che per migliaia d’anni hanno rifiutato di piegare le loro ginocchia dinanzi al Signore Cristo e di riconoscere la supremazia della ardente parola incarnata nei figli e nelle figlie di Dio.

Cosi, mentre il giudizio è passato dinanzi ai 24 anziani, il giudizio viene adesso anche per quelli in incarnazione in un numero di pianeti dove il loro ciclo è arrivato alla fine.

Pertanto il giudizio viene distribuito; ed io porto il dorato calice contenente la collera dell’umanità, i terrificanti usi impropri del fuoco sacro, nel primo raggio della volontà di Dio. E verrà a passare l’anno in corso in cui la vision di Giovanni il Rivelatore, sarà conosciuta dall'umanità e questa cadrà: “Partì il primo e versò la sua coppa sopra la terra; e scoppiò una piaga dolorosa e maligna sugli uomini che recavano il marchio della bestia e si prostravano davanti alla sua statua.” (Apo 16:2).

Io dico ai Figli dell’Unico: In quest’ora della vostra salvezza, è il vostro dovere e il vostro Darma, di sfidare la mente carnale nel nome di Cristo. Ed è il vostro privilegio, nel nome del Dio vivente, di sfidare l’Anticristo e di chiamare le Legioni della Vittoria per dare all’umanità la Fiammante Coscienza della Vittoria sopra la Bestia, e la sua immagine, e il suo marchio e sul numero del suo nome.

Pertanto lasciate venga fatto nel nome del Dio vivente, e lasciate che venga compiuto — cuore, testa e mani — per mezzo dei figli della Luce!

Questo giorno il Signore Iddio rimetterà in vigore il giudizio di quei caduti attraverso voi, come voi date voce nel potere alla del signore. Prendete, quindi, i decreti e le invocazioni vociferate a voi dagli alti testimoni e lasciate alzare il fumo dell’incenso che è piacevole dinanzi al Signore. E lasciate che le vostre voci si alzino in affermazione dinanzi al giudizio 24 ore al giorno.

Da fuori del Tempio del Tabernacolo del Testimone, I vengo. E’ vengo per liberare le nazioni e ai prigionieri che sono stati presi dai Luciferiani; e vengo a trasportare il mandato dei mandati del signore Dio — il mandato sul Karma della Propria umanità. Adesso lasciateci vedere come l’intensificazione del Fuoco Sacro nei Cuori dei devoti sarà una fiamma dello Spirito Santo, che tutto consuma, che pulisce il cammino nella oscura notte dell’anima, sulla quale i figli di Israele, passeranno verso la Luce di un Nuovo Giorno.

O Figli di Zio, venite al Sole del IO SONO QUEL IO SONO, e cadete in adorazione al Cristo Signore, e lasciate voi essere giudicati con i caduti e con l’Anticristo!

Pertanto, lasciate le nazioni e le generazioni di tutti i popoli, vengano convertiti in questo giorno di Luce, nell’Ascensione dell’Amore, della Saggezza e del Potere che è l’Eterno Cristo nelle vostre anime, e la propria identità di Dio.

Io sono Michele, Principe degli Arcangeli. Io mi alzo in piedi nel Lato Nord, della città dei Quattro lati, e la mia mano destra è alzata per liberare la luce della presenza. Nelle parole dell'Alfa dico, “Figli dell’Unico: Forgiate la vostra Dio - identità!

Michele 

Arcangelo del Primo Raggio

Last Updated on Wednesday, 23 May 2012 11:18