Home #12 Human Evolution L'Introduzione di Sanat Kumara a cui è dedicato 'Il Libro della Apocalisse spiegato ...'
L'Introduzione di Sanat Kumara a cui è dedicato 'Il Libro della Apocalisse spiegato ...' PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Saturday, 19 May 2012 18:16

Sanat Kumara ... Sanat del Pianeta Kumara, Mentore del nostro pianeta per diversi milioni di anni.

***

Salve nel giorno di Saturno.

    E' prima di iniziare desidero mandare un abbraccio ai genitori della ragazza, ai studenti e parenti. Dico 'Non siete soli' nel vostro dolore. Mando un forte abbraccio di conforto e dico 'Forza'.

***

     Io, Giovanni ero presente all'arrivo del Amato Gesù ... è in quella occasione, Sanat Kumara ... che è un Sanat, ovvero un tipo di Angelo e Gerarca ... parlo 3 volte di seguito. Poco dopo arrivo Gesù.

    Sanat Kumara è il Re dei Re, che lavora sotto gli ordini dell'Amato Arcangelo Michele ...

Arcangelo Michele

     Infatti l'Arcangelo Michele ha dei Capi che l'ho hanno assegnato a Noi, per la nostra protezione. Lui è la Gerarchia celestiale hanno a Sanat Kumara, che è il Re dei Re ... l'intera gerarchia per la Protezione della Terra. Lui è assegnato alla Terra.

Sanat Kumara

    Il Libro della Apocalisse chiama a Sanat Kumara, il "Fedele" e "Verace".

    Infatti, Giovanni dice ...

[11] Poi vidi il cielo aperto, ed ecco un cavallo bianco; colui che lo cavalcava si chiamava "Fedele" e "Verace": egli giudica e combatte con giustizia.

    Infatti Sanat Kumara a oltre 2 Bilioni di Angeli al suo servizio e la Gerarchia viene organizzata con i Comandanti, chiamati nel Linguaggio di Sirio, Ashtar.

     Dalla terra fino a Sirio abbiamo ... 'Ashtar Sheran 1. Ashtar Sheran 2. Ashtar Sheran 3. Ashtar Kafir 1. Ashtar Kafir 2. Ashtar Kafir 3. Ashtar Zafir 1. Ashtar Zafir 2. Ashtar Zafir 3.'

      E' conveniente chiamarli, E' fare questa preghiera:

14. Chiamato a Sanat Kumara.

Vieni Gesu, Vieni, Vieni.
Vieni Arcangelo Michele, vieni, vieni.
Vieni Sanat Kumara, vieni, vieni.
Vieni Ashtar Sheran 1,
Vieni Ashtar Sheran 2,
Vieni Ashtar Sheran 3,

Vieni Ashtar Kafir 1,
Vieni Ashtar Kafir 2,
Vieni Ashtar Kafir 3,

Vieni Ashtar Zafir 1,
Vieni Ashtar Zafir 2,
Vieni Ashtar Zafir 3.

Venite, venite e venite.

***

Anche se queste parole sono state presentate tempo fa, alcune si sono avverate e altre no. Nessuna penna ha scritto tutto quello che puo accadere per la gran variabilità degli eventi.

Lascio la Parola all'Amato Sanat Kumara.

Ecco ...

Tutti i mentori che si sono presentati qui, sono stati portati nella causa e dovutamente registrati nello Scriptorium che ha sede nella Abazia, il Ritiro Principale esterno del Santuario della Fratellanza dei Sette Raggi (Illuminazione) nelle Ande Peruviane.

 

(Attualmente Maestro Mer, fondatore della Fratellanza di Fratelli Celesti, San Pietro (El Moria), Madre Maria, Gesu, San Francesco (Kuthumi), Serapis Bey ed altri parla a Medellin, in Colombia, sempre in Sudamerica).

 

Alcuni sono Maestri Ascesi, mentre altri sono istruttori che abitano in forma fisica nella Terra e servono nelle Scuole di Mistero della Grande Fratellanza Bianca. Le sue voci sono trasmesse per mezzo del sistema vocale di natura telepatica.

 

L’AMATO SANAT KUMARA 

 

Amati Fratelli, tutto lo spazio è vibrante di amore, armonia e pace, cosi come è stato ordinato da molti uomini di numerose sfere. La Luce del suo Amore acrese senza freno in una grande fiamma, che consumerà tutta la lussuria, avidità, odio, malvagità e da scopare la terra come una grande onda.

 

Molto tempo fa, mentre osservavo la comparsa dall’Este di una Grande Stella, capi che era il segnale data all’uomo nella Terra, che la redenzione era vicina, che la salvezza era presente.

 

A nessuna anima, non importa quanto degradata sia, mai le verrà negata la grande scuola della vita. Questo è in verità il tempo in cui il Leone giacerà vicino al vitello.

 

Sulla Terra esiste una grande confusione nella mente dell’Uomo, la quale provoca turbolenze fino al punto che fa bollire mari di Odio; ma lui venne per verificare che le mosse acque possono essere calmate e tranquillizzate, la furia dei venti notturni può essere azzittita, alzando la mano, non alzando la mano per uccidere o maledire, ma alzandola per benedire.

 

Il Padre poso la Terra e tutti i corpi celestiali nei cieli. Furono creati nella Materia Prima, spiralata per l’Uomo. L’uomo è destinato a essere Dio nella forma fisica: l’uomo è l’espressione più elevata di Deità conosciuta nell’Intero Universo.

 

O Uomo! Capisci che sei la forma più alta di Deità nota in qualsiasi luogo dell’Universo. Niente è superiore a te. En in questo sei grande; ed in questo sei basso. Sei il più basso perche sai, e le altre forme di vita non sanno. Per tanto, devi essere il fratello ed il servo di queste forme.

 

C’è vita ed intelligenza in tutte le forme, come lo sapeva l’uomo nell’antichità. L’uomo non è l’unico essere pensante. Ogni elemento, ogni minerale, tutte le forme hanno intelligenza che gli è inerente, e l’uomo e il guardiano e fratello Maggiore.  

 

Sei il fratello Maggiore di tutte le forme, quelle innumerevoli forme in tutto l’Universo. E’ tuo dovere elevarle in una evoluzione ogni volta più alta, insieme al progresso dell’uomo verso mondi di infinita grandezza, verso la Luce infinita.

La bellezza del Era che si avvicina adesso, della era che in tutti i dubbi e timori, scompaiono come una grande nube. E’ ci sarà bisogno di udire un gran tuono! I Cieli si apriranno! E Allora l’uomo si vedrà a se stesso e si guardara allo specchio della conoscenza. E’ non avrà più confusione.

 

L’uomo accettando lo scettro di Divinità per il suo progresso verso le stelle, non viene più bloccato nelle tenebre dell’ignoranza o della superstizione. Conosci questo, ed al conoscerlo sente tristezza; ma ancora c’è allegria nella bellezza che attrae.

 

Per adesso parlerò per un momento di quello che sta su di noi, e ci minaccia, prossimamente. Si, possono accadere esplosioni atomiche come bombardamento dei raggi cosmici, ma questi sono effetti. Qual è la causa? La causa è la distruzione che ha di arrivare nella Terra, derivante dello stesso pensare dell’Uomo.

 

Dall’epoca che i figli dei Dei conobbero le figlie degli uomini, e l’uomo-animale comparve sulla Terra, l’uomo la lottato contra per uscire dalla sua bestialità e arrivare all’angelità.

 

Ma il pensiero sbagliato sorgerà, perche gli elementi, si negano a continuare ad essere osservati come lo sono stati per millenni, sulla Terra.

 

Gli elementi! … Sono vita intelligente! Formano parte dell’Infinito, e visto che sono parte dell’Uno infinito, non risponderanno più al pensare errato dell’Uomo.

 

Si ribelleranno, provocando grande mareggiate, e venti intensi.

 

Milioni di esseri umani dovranno perire! Torneranno a nascere in altri mondi più appropriati al suo livello di progresso. E’ con il restante dell’umanità, la Terra verrà purificata e verrà alzata a nuove vibrazioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il tornado Gustav

Molto presto i venti ruggiranno, molto prima di quello che pensate. Già si trovano sopra di Voi, perche lo abbiamo visto nel piano immediatamente sopra l’espressione fisica della Terra, e questo significa che se discende un piano in più, sarà realtà.

 

I campi e le grande città, saranno luoghi desolati senza alcun abitante.

 

Potete immaginare una grande città come Londra, New York, Parigi, dove milioni di uomini e donne amano, lavorano e giocano?

 

Potete immaginare una scena più desolata che una città di milioni di abitanti, senza che c’è ne sia nessuno? E’ lo stesso che l’Universo si trovasse privato di Uomini, per la Gioia del suo Creatore, ma la sua forma più elevata e l’Uomo.

 

Senza L’Uomo, Dio è senza Amora. Anche se l’uomo può essere il suo maggior dolore, l’uomo può anche elevarlo alla sua maggiore aspirazione.

 

Perche senza l’uomo neanche l’Uno infinito può progredire, perche mai allora, dovremmo limitarlo? Se l’uomo può progredire, no potrà Lui progredire ugualmente? Non potrà per caso trovare nuove emozioni nell’amore?

O uomo della Terra! Se sapessi quanto amore discende su di te da innumerevoli sfere, da menti inviolate!

 

Se prestassi attenzione lo capiresti. Non può essere se non bellezza. Di tutte le catastrofi che dovranno succedere soltanto la visione di una bella “rosa” permarrà, perche l’uomo avanza nella luce purificata della sua propria creazione.

 

Le forze del Dragone Nero, che possono far diventare sordi le orecchie all’uomo alle Musiche delle Sfere, e alle melodie degli Angeli, ma che ancora non hanno trovato potere per fermare i movimenti celestiali, perche per più forti che siano i suoi eserciti, la Luna permarrà ancora, per salutare l’alba di un nuovo giorno. E neanche hanno imparato a fermare il melodioso canto del ruscello, e neanche nelle sue conquiste sono arrivate all’aquila che domina sulle alte arie, come una preghiera che si alza di fronte al Trono Infinito, perche l’aquila è padrona della Terra, sopra tutti.

 

Ricordati che la bellezza della Terra, sta sopra la creazione che ti sostiene in piedi, della quale derivate il vostro alimento. Assomiglia al petto di nostro Padre, sopra il quale posiamo la testa, per riposarci e riprendere le forze. E’ nostra Madre, ma allo stesso tempo nostro Padre. La Terra è un mondo bellissimo, molto più vicino che i suoi vicini. Sempre ho amato la Terra molto di più che le altre creazioni, perche vedo in esso una melodia che ancora non è arrivata agli eteri. La sento gridare come qualcuno affogato! Ma non sarà privata del suo canto celestiale per molto tempo.

 

No. Io dico che il Dragone Nero, con tutta la sua forza negativa, non fu capace di impadronirsi della sua bellezza. Quella forza non fu capace di negare al ruscello, o di privare al mondo del canto del crepuscolo.

 

Se fossero capaci, ci priverebbero della bellezza della notte, del canto del crepuscolo. Dico che è arrivato il momento che la polvere sollevata dai Dei, ha di diventare la polvere che gira intorno alle brutte forme. Ruggine oziosa, Ruggine a di essere!

 

In verità è registrato nei grandi registri akashici. Dio provvede e l’uomo divise. Questo è il Motto della Terra. L’uomo deve ritornare dai suoi numerosi peccati all’unico Dio, visto che non è, nella complicazione che troviamo il Padre. E’ nella semplicità che lo troviamo.

 

Prima di servire, ricordate che ognuno dei vostri prossimi, è una Deità. Ognuno di Voi, deve pensare che l’uomo, la donna o il bambino o la giovane che ha davanti a se, è il Padre in essenza.

 

Se nella terra si pensasse, che ognuno è parte del Padre, con il dovuto rispetto al grado, allora i problemi della Terra cesserebbero immediatamente.

 

E’ adesso le affamate moltitudini della Terra, calmano per un Salvatore che possa riscattarli da i loro peccati, per dargli pesce e pane, chi con una miserabile sostanza può soddisfare la loro fame. Clamano, adesso per le acque di vita, per il mana della saggezza.

 

Io dico che sta scritto, in un editto scritto dall’Altissimo stesso, che questo si farà cosi, perche cosi lui ha comandato: Questi sono i miei figli e debbono essere ritornati al mio petto, per essere alimentati dalla mia sostanza.

 

Noi che sosteniamo la Terra, con una mano e che ci fu consegnata per svilupparla, per amarla, affinché fruttifichi. Vediamo adesso che il raccolto sarà grande e che i granai del Padre saranno pieni per la migrazione verso una nuova grandezza dell’essere.

 

Vi darò un comandamento divino per il tempo che ci separa immediatamente: Alimentate le pecore del Signore! Date quanto richiesto!

Non date le glorie del passato ma quelle che necessita l’anima. Ditegli che ci sarà una catastrofe! Preparateli alla catastrofe. Ma ditegli che da essa sorgerà più Luce. Ditegli, si, una catastrofe si avvicina sulla terra; perche la notte è già vicina, e l’uomo non può lavorare più, e la notte è qui per la catastrofe, il disastro e la disperazione. Le acque hanno distrutto le difese e i venti distruggeranno per portarsi via tutto quello che è vecchio. E’ il frutto delle tenebre; può essere sopportato se oltre, c’è l’arcobaleno, la dorata promessa della divinità e l’unicità col Padre.

 

Se sapessi quanti innumerevoli mondi ci sono nello spazio, stelle di gran maestà e bellezza, che compaiono come risplendenti gemme nel terzo pelo nero dell’Universo, le milioni di anime che stanno clamando, e le sue voci risuonano come un eco di Pace verso la Terra.

 

Se gli uomini avrebbero coscienza di questo amore, e di questo affetto, e di questo designo, y problemi della Terra non esisterebbero in assoluto.

 

Pertanto è nostro dovere darvi questo messaggio che è un messaggio doppio: un avviso affinché vi prepariate su quello che deve venire nelle acque e nei venti, e a secondo posto, che ci sono esseri che si preoccupano, e che operano come emissari del Uno Infinito.

 

Ditegli che sono amati, che saranno guidati tale come loro desiderano di essere guidati: “Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, chiamate e la porta si aprirà”.

 

Saranno presi e portati dove le aquile si riuniscono. No li troveranno nel bisogno. Ditegli che il Loro Padre li ha sentiti. Il Loro padre è sempre pieno di Grazia e di Amore per i suoi figli.

 

Sono colui la cui grandezza è come la piccola particella di Sabbia, nella Terra, ed è cosi basso come la cima della montagne. Ho conosciuto incantabili esistenze nel vostro amato pianeta. Conoscere ora la dolce essenza del vento caldo, dei cedri del Libano, del Alamo di America, e sentire le gentili acque che accarezzano le innumerevoli coste del mondo; conoscere la bella vita vegetale del pianeta è una risposta per la mente degli uomini.

 

Nella Terra, i grandi regni che potrebbero servire all’uomo: il minerale, il vegetale e l’animale, si trovano in uno stato caotico; perche quello che fu creato per essere il loro signore non è il loro signore in assoluto. La vita minerale, vegetale, la vita animale trovano che il loro Dio, si comporta come un uomo ubriaco che vacilla di un lato a un altro, in mezzo alla pazzia.

 

Per questo adesso si ribellano contro di lui. Ma in altri mondi le rispondono e li accarezzano al loro signore, e di questo risulta una essenza dorata di vita la cui descrizione è più in la della mia comprensione e potere.

 

Per caso l’uomo non ha desiderato molto volte ritornare alla sicurezza del calore di sua madre? Dico che è anche certo dell’uomo verso il Padre. L’uomo della terra sa dove deve andare, ma molte volte non trova il cammino. Per tanto, l’arrivo dei tempi che si avvicinano segnalano a tutti il cammino che porta a lui; perche questo sarà il vostro Motto spirituale.

 

Vi ho parlato dal più piccolo della creazione nella Terra, alle cose più estense. Il piccolo e il Grande sono uno in Lui.

 

Pace a Voi e a tutta la Creazione e consegno la mia pace per Voi.

 

***

 

Ho richiesto di parlarvi un’altra volta perche per me è arrivato il momento della Grande Iniziazione, e nel senso più stretto della vostra iniziazione, ad un nuovo piano di coscienza.

Molto tempo fa fu chiamato alla Terra, per portare a capo una missione per i figli degli uomini. E’ ora e arrivato il momento di ritornare su Venere, per essere al suo fianco quando inizia la Grande Iniziazione.

 

Questo giorno, nel Santo Mare di Galilea, le loro armate lotteranno di notte. E’ il principio della fine, e la fine del Principio, tale è quale è stato profetizzato, in tempi remoti, perche oggi, la lunga lotta che ha avuto luogo nella insacra Terra Santa, è arrivato alla culminazione. Gli eserciti di Siria, Egitto e gli Eserciti di Israele. Questo è un fatto molto significativo  che l’Amato Maestro Kuthumi, vi ha raccontato molte volte.

 

Questo è il luogo nel mondo che è preciso vigilare, questa è la scintilla di che farà accedere l’arrivo di colui che aspettiamo. E’ non gli serviamo con eccesiva pazienza e piacere nel tratto?

 

Questa è la lezione che tutti dobbiamo imparare, non una volta ma molte volte, in mondi di magnifico splendore cosi come anche molti velati nella cultura e nello sviluppo. Quante volte abbiamo imparato questa lezione? E’ sempre seguiremo imparandola, visto che eliminando la curiosità e eliminando l’emozione di vivere e di cercare ... l’uomo smetterebbe di esistere. Neanche la creazione sarebbe possibile. Cosi che mai, arriveremo alla fine di questo cammino.

 

Cercheremo sempre. Se non sono paesi, o terra e popoli, saranno mondi e soli, sistemi, o galassie, super-galassie, e più in la di questo conosceremo il piacere negli stessi regni della Luce, ognuno dei quali apporterà la propria vibrazione e la propria luce.

 

Una delle grandi leggi radica, nel fatto che per ricevere è preciso dare.

 

Perche, come la gigantesca ripresa può ricevere le piogge del cielo, fino a rimanere piena, e traboccare, facendo scorrere le acque, per dare l’abbondanza alla terra secca e spezzata, che è di sotto. Perche se non lo facesse, allora esplode e non potrà contenere più acqua.

 

Ma se trabocca e omaggia abbondanza al cielo, allora quando le grandi piogge torneranno a cadere, tornerà a riempirsi, fino all’orlo, e potrà dare abbondanza un’altra volta alla assetata terra, che verrà ogni goccia e aspetta che il grande recipiente li consegni le acque della sua abbondanza.

 

Tempo fa fu decretato che dovesse venire alla Terra, per aiutare all’Amato Fratello Maggiore che governa il Sistema, per cosi aiutare a tutti i ben amati fratelli e sorelle del Pianeta Terra. Ma in un momento dato, io dovessi ritornare su Venere, il pianeta che mi venne consegnato in custodia.

 

Pertanto dovetti dare quello che era mio in abbondanza ai figli della Terra.

 

Adesso che l’ho fatto, è non lo dico con alcun sentimento di egoismo, e completato il mio compito, adesso riceverò le ultime piogge che dovranno arrivare.

 

Soltanto i recipienti che hanno dato, riceveranno la pioggia. Cosi è sempre il processo, lungo il largo processo di sviluppo di molti millenni. Diamo e riceviamo; ma ogni volta che riceviamo, riceviamo di più.

 

Il Contenitore di Acqua non è una cosa stazionaria, permanente. Diventa ogni volta più ampia; possiede forme ogni volta più perfetta agli occhi del Padre. Si trasforma da un contenitore di semplice fango, grezzo in una gemma di cristallo finemente tagliata.

 

Il Nostro Sistema Solare nella sua interezza, entra adesso nella Grande Iniziazione, perche in verità andiamo direttamente verso Super-Sole che governa questa Galassia, al cui intorno ruotano incontabili Universi, come Isole, perpetuamente e hanno esistenza.

 

Il Nostro Sistema si incammina verso il centro di questa attività, e questo aumento di velocità di vibrazioni avrà profondi effetti su tutto il nostro Sistema; sia mentale, fisico o spirituale. Nessuno potrà fuggire al cambio della nuova vibrazione di energia che si avvicina.

 

Siamo adesso sulla sponda di questa grande iniziazione, e ci approssimiamo più e più, al suo centro e alla sua realizzazione.

 

Pertanto resterò su Venere in questo momento. E’ per questo che il Cristo ritornerà sulla Terra: perche sempre il Grande Maestro incarna e presta aiuto al pianeta che possiede il grado più basso di progresso nel sistema, e anche perche lui è lo spirito della Terra, la cui posizione raggiunse in una prima incarnazione come il Maestro Buddha. Buddha è destinato alla Terra, ma Cristo al Sistema.

 

Abbiamo come esempio due uomini. Ambi hanno commesso lo stesso errore, simile in ogni dettaglio.

 

Ognuno ha fatto la stessa cosa. Ma possiamo condannare a due uomini allo stesso modo? No. Non possiamo condannare ad uomo alcuno.

 

Ma esaminiamo la causa delle cose. Nella Terra, l’uomo presta sempre attenzione all’effetto e mai alla causa. Una volta che si esamina il cuore delle cose, troverà che lui è il Cuore del Padre stesso; poi che tutti i raggi della Creazione sorgono da Lui.

 

Nessuno lo troverà esaminando unicamente i raggi. Non possono essere disegnati partendo dal effetto e arrivando alla causa. Dobbiamo farlo partendo dalla causa, e arrivando all’effetto. Cosi che non consideriamo l’effetto come tutti gli uomini hanno fatto, ma la causa.

 

 

Consideriamo a un solo uomo. Vedremo che ha fatto una certa cosa ignorando la legge. L’altro uomo conosceva la Legge.

 

Si dice, nel vostro Mondo che l’ignoranza della Legge non è scusa valida (La Legge non ammette ignoranza), ma nel Regno del Padre, il disconoscere una Legge, è una Scusa. Ma una volta che abbiamo imparato la Legge, è per pigrizia, la violiamo di nuovo, e commettiamo l’errore, allora nel regno del Padre apparteniamo a una categoria diversa da quelli che per ignoranza fanno la stessa cosa.

 

Come vedete, il peccato o l’errore, non radica nel dare il passo falso, e cadere nel fosso, che è per terra, l’errore è mettere il piede due volte nello stesso buco. Una volta per non saperlo, e la seconda con conoscenza.

 

Vi do questo esempio per mostrarvi in quale posizione è la Terra adesso, nel presente. La Terra, ha avuto molte civiltà, e quando una di queste sprofonda nel pozzo senza fondo, l’uomo si eleva in uno sviluppo culturale e ritorna a costruire di nuovo una gloriosa civiltà con grandi evoluzioni scientifiche e tecniche. Ma nuovamente la civiltà affonda nel pozzo senza fine.

 

Questo è un errore della Terra, perche in Venere mai si produsse la distruzione di una civiltà. Nel pianeta che si conosce come Marte, accade due volte. Ma quante volte è successo sulla Terra!

 

L’uomo deve imparare ad applicare la conoscenza una volta che l’ha raggiunta.

 

Adesso siete nel processo di sviluppare le vostre forme fisiche. Se le sviluppate e le acquisite, ma senza applicare quello che avete imparato, no tarderete in perdere quello che avete raggiunto.

 

In poche parole starete in una condizione peggiore di quella in cui eravate prima di cominciare.

 

Cosi l’uomo della Terra deve imparare ad applicare le conoscenze per mezzo di condotti costruttivi. Per tanto, una volta che abbiamo chiesto (perche il Padre ha detto che se chiediamo riceveremo), una volta che abbiamo chiesto è ricevuto, la Legge ci obbliga ad applicare quello che abbiamo ricevuto, per poi dobbiamo dare quello che abbiamo ricevuto.

 

E’ molto quello che ho ricevuto nel tempo in cui sono stato mentore della Terra, cosa che darò adesso per proprio consenso a miei collegi nella mia Terra e al mio Popolo. Ma la terra resterà sempre nel mio cuore.

 

E’ adesso stiamo nel grande periodo di iniziazione. I Cieli della Terra diventeranno fantastici. Tramite le molte profezie che sono arrivate da altre persone lavorano in tutto il mondo, avete raggiunto la comprensione di quello che avrà luogo; ma vi dico che nessuna penna ha registrato, ne nessuna voce proferito quello che sarà un grande bollo e manifestazione nei cieli della Terra, perche gli elementi stessi domineranno per un breve periodo. Si produrranno grande tempeste ed inondazioni. (Vedi Genova 2012 ed altre zone).

 

Se avete sentito che tempo fa si fu pioggia per quaranta giorni e quaranta notti. Allora pioverà per quaranta mesi. Tutta la faccia della Terra cambierà. E’ non potrà essere più riconosciuta.

 

Strane creature sorgeranno dalle andature degli Oceani per spavento e sorpresa dell’Uomo, creature molto più grandi che le grandi Navi di traversata Oceanica. Ci saranno pestilenza e fame.

Compariranno bestie e creature sconosciute.

 

La Terra sarà pronta a convertirsi in “Sole”. No come il Sole del Vostro Sistema Solare, ma sarà circondata da una corona dorata. Sta entrando in una velocità più elevata di vibrazioni. Diventerà un “Sole”; ma non è noto nel vostro sistema di astronomia, perche mai fu esaminato dai vostri astronomi.

 

Andrete da un mondo tridimensionale ad un mondo 4-dimensionale. Già più nessuno potrà vedervi, o vedere il vostro mondo. Questo accadrà necessariamente quando passerete attraverso la grande nube cosmica (ci vorrà qualche anno, intorno al 2023).

 

E’ allora tutte le profezie, tale e come sono state scritte da Gioele e molti altri, saranno certe: quando il Sole diventerà di colore rosso sangue e la Luna sarà colorata come il rubino, il giorno non ci sarà più, e le tenebre saranno regine per un periodo di due settimane.

 

La confusione sarà molto grande. “L’ossigeno diminuirà nella terra per un breve periodo, seguendo a periodi di grande umidità, di ardente calore, e di zone anguste, che si alterneranno con grande umidità. Quasi tutto quello che esiste sulla faccia della Terra, verrà distrutto.

 

Quando arriverà questo tempo? Gia siamo in esso. Ogni giorno cresce di intensità. Una Gran quantità delle navi che volano nei cieli, cadranno. Tutti i giorni, conosciamo di nuovi disastri. Più uragani! Piu inondazioni! I Caschi sui Poli diminuiscono tutti i giorni. Il livello delle acque aumenta! I terremoti aumentano di intensità!

 

I governanti del Mondo sono presi dal panico, ma non lo dimostrano esteriormente. Le batterie benefiche, delle quali la nostra vita dipende, muoiono rapidamente, pertanto saremo esposti sempre di più nella forma fisica.

Tutto finirà nella terra tra due anni, iniziando da quel giorno. Tutto finirà, escludendo il fatto che alcuni potranno elevare la sua vibrazione ad un nuovo livello. Ma ricordate, tutto quello che decade dinanzi i vostri occhi, e dovuto ad un rinnovamento totale.

 

Gioite al vedere queste cose, perche significa che la vostra salvezza si avvicina, non la vostra sentenza.

 

E’ pertanto potete dire ai vostri prossimi che la catastrofe arriverà, ma è anche la vostra salvezza. Gioite! Perche il Passato svanisce.

 

Se l’uomo potrebbe rinunciare alle cose passate, allora avrebbe una visuale più gloriosa del nuovo.

 

Quelli che non rinunciano al vecchio, dovranno ritornare a cominciare dall’inizio. Ritarderanno l’avanzamento delle loro anime, diversi milioni di anni, e nuovamente dovranno passare per le forme, uomo delle caverne, per migliaia d’anni, persino milioni, fino a che raggiungano lo sviluppo di questa stessa tappa, un’altra volta.

 

E’ nuovamente verrà loro offerta la possibilità di accettare il nuovo, e se non possono accettarlo, faranno retromarcia un’altra volta per milioni di anni.

 

Questo non è un retrocesso, come sembrerebbe. E’ una retrogressione nel fisico, ma una progressione dal punto di vista dello sviluppo spirituale, perche nel Regno del Padre, non esiste la retrocessione, ma una grandezza che si espande continuamente. Affinché siamo meritori di dare il grande passo per la grande iniziazione!

 

Pertanto, sia un essere, uomo o donna, uno spirito, o una entità, anima che comandi un pianeta, o appena una ridotta famiglia, mai si sa, se potrà essere capace di sopportare il “fuoco”, la prova di fuoco della grande iniziazione.

Applicate quello che avete imparato e date allegramente quello che avete ricevuto.

 

Nella misura in qui viaggiate e parlate nei tempi prossimi, che ci furono destinati ad ognuno di noi, non pensate in quello che porterete, o nei soldi in tasca, o negli abiti che indosseresti. Non pensate a queste cose perche il Padre provvederà abbondantemente di tutto quello che occorre.

 

Accettatelo e vi sarà dato, perche avete accettato una prova di lealtà e una missione; e il Padre provvederà dal suo abbondante granaio, affinché abbiate il necessario.

 

Questo è il tempo di dare e applicare. Ed è anche quello che faro io. Non è il suono del clarinetto, o l’ordine che si da a un solo uomo, ma l’ordine del giorno, al entrare in questa fase del pianeta Terra, e per certo dell’intero Sistema.

 

Lavorate, perche arriverà la notte e nessun uomo potrà lavorare! Lavorate perche la notte si avvicina! Letterale e figuratamente.

 

L’uomo chiede: “Non sappiamo a che cosa credere. Alcuni dicono che la catastrofe arriverà. Proclamano che la fine del mondo è qui. Altri affermano, non temiate; per mezzo del vostro sviluppo scientifico, siamo i padroni del creato, possiamo fare questo e possiamo fare quello”. L’uomo cerca. Il suo cuore è più affamato che mai, perche sente le nuovi vibrazioni.

 

Non è per caso certo che un uomo affamato è più affamato quando sente l’odore del cibo? Per sino Cristo fu tentato nel deserto mentre digiunava. Non è più suscettibile ai pezzi di cibo, l’uomo che fa il digiuno.

 

L’uomo sente il suo alimento, queste vibrazioni nuove, e la sua fame è più intensa.

Ha aguzzato il suo appetito alle cose dello Spirito. Per tanto

 

Per tanto quando si sente pieno di confusione come si sente adesso, dice: “Fratello, Dove trovero l’abbondante cibo che ha di darmi le soddisfazioni allo sviluppo del mio spirito?”

 

Dovrete dirgli: “Si. Quelli che dicono che vi sarà una catastrofe, dicono il vero. Ma la terra non finirà. Arriverà ad essere nuova, come è stato scritto. Le scritture non dicono che il mondo finirà. Dicono che ci sarà un “nuovo cielo” e una “nuova terra”, non una Terra nuova, perche quella vecchia non ci sarà più, ma la vecchia terra, si farà nuova.

 

Cosi dite le parole con le quali il Fratello Maggiore desidera alimentare il suo gregge. E’ il modo di essere del Padre. La catastrofe deve arrivare affinché l’uomo impari la lezione dell’esperienza. Ma soltanto il grande, il bello e il buono, saranno l’eredità della catastrofe. Da essa sorgerà una umanità simile alla fenice dorata.

 

Quante volte abbiamo contemplato la Terra, sapendo al osservarla che ogni piccola e misera creatura, alberga un Dio, se fosti capace di comprenderlo e di applicarlo e capire la vostra divinità.

 

Perche un vero Dio, non si siede sul trono della inattività, mentre le masse si presentano a lui, per adorarlo. Questa non è una Divinità, come alcuni credono sulla terra, ma la divinità è tuonare e trasmettere, ovvero è un Dio di azione che penetra nell’essere ad ogni creatura che ha creato, riempendoli di vita, maestà e grandezza.

 

Dio desidera che l’uomo (l’uomo che Lui creo), governi i suoi mondi celestiali. Desidera che ogni uomo si faccia carico dei suoi mondi.

 

Riconoscete ad ognuno dei vostri simili, ad ognuno che passa al vostro fianco nella rutina del giorno, riconoscetelo come un Dio in potenza.

 

Perche alcun giorno, ognuno di loro, non importa si stia in istituti correttivi, o se sia stato condannato a morte, in una camera a gas, o alla forca, alcun giorno quell’anima comanderà un pianeta, poi un sistema ed infine una galassia. Tutti siamo in cammino di questo legato.

 

Ed il suono del clarinetto è “Venite alla vostra Patria, la Terra!”, come ho detto. Ritornate al vuoto del vostro essere!”.

 

Quando ogni uomo potrà sentire l’amore e la amicizia di un altro uomo, allora il Lione potrà sedersi insieme all’agnello, com’è scritto.

 

Perche tutti siamo parte di una Mente Eterna, e per reintegrarci con tali menti, tutti dobbiamo unire i nostri spiriti. Che la rutina del giorno no ci affatichi. Mantenete sempre dinanzi i vostri occhi la meta, non la meta eterna, perche non esiste meta eterna, ma la meta del momento, che in un senso è la meta eterna.

 

Mantenetela dinanzi ai vostri occhi, brillando sempre come un gran sole di Oro. Non appartenete la faccia di quella irradiazione e calore. Permanete dentro di essa. Lasciate che vi abbracci il suo calore. Andate dove il Padre vi porta.

 

Fate quello che il Padre pesa, è la cosa migliore.

 

Perche questo è il momento in cui avete morto, incantabili vite, per cui siete state crocifisso, fosse un uomo oppure uno che stava su un trono. Accettare ora la vostra graduazione e preparatevi per la grande iniziazione.

 

 

Last Updated on Saturday, 19 May 2012 18:43