Home #1 Mathematics La Poesia d'oro di Pitagora ...
La Poesia d'oro di Pitagora ... PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Thursday, 14 October 2010 14:27

Salve,

     Vi consegno la Poesia d'oro di Pitagora ...

     Io parlo sempre della Scuola di Pitagora, è della sua grandezza nel Sud d'Italia.

     Onestamente una nuova Scuola di Pitagora sistemerebbe il Sud ... il Grande Sud, che no necessità nessuno. Ne politici corrotti, ne i Romani, è tanto meno i razzisti del Nord (Nord-Est, Nord-Ovest) fa lo stesso. Sono razzisti.

     Io, Giovanni debbo ammettere che ancora in questa vita debbo imparare ... come ritornare ad essere discepolo di Pitagora.

     Dico ritornare ad esserlo perché ritengo di esserlo stato, è non a Crotona, ma prima. Prima della fondazione della sua Scuola. Nel mio libro, "Il Libro della Apocalisse spiegato dall'Arcangelo Michele ..." dico chi ero, è quando è sucesso.

     Pitagora è stato anche San Francesco, è da qui il suo amore per l'Italia. Lui fu anche uno dei tre Re Magi, lui fu Baldassarre. Ed è per questo che cercarono Gesù bambino ... per insegnarlo ... affinché Gesù imparasse le leggi ... Certamente non per potarli doni è salutarlo.

     Oggi, Pitagora (come anche Melchiore chi è il Maestro il Morya) è asceso in cielo ed è chiamato, Kuthumi,

      Potreste voi accettare che l'autore di questo libro, titolato, "Scuola di Pitagora" ha ricevuto un messaggio da Pitagora stesso? ... Potreste voi accettare che il sottoscritto avvolte riceve questi messaggi ? ... Potreste? ... Onestamente la vostra opinione è preziosa ... ma il Mandato del Cielo, è sacro ... è immutabile.

     Io, Giovanni "sento" che la Nuova Scuola di Pitagora avrà sede in Campania, al posto della Calabria, cioè un pò più a Nord. Ma non facciamo i razzisti anche noi. No. Noi no ... Comunque come ci invita Pitagora "calmiamo la mente e dominiamo tutta la negatività ..." ... La mia onesta come "ancora allievo" è dovuta ...

     Dopo questa breve introduzione, vi lascio alla Poesia di Pitagora ...

Grazie,

Giovanni A. Orlando.

Pitagora

«Conoscere l'Essenza Divina è la destinazione spirituale della nostra anima, che è stata mandata sulla Terra dal Creatore dell'Universo».

 

Pitagora

 

"Ho riflettuto per lungo tempo su come guidare le anime umane alla cognizione della sostanza vera dell'uomo, alla cognizione dell'Intero, all'Amore, alla conoscenza della natura e della Madre-Terra, come di­mostrare il Fuoco Divino e come versare sulla gente la Luce della Sapienza. Tutti i Miei Maestri disincarnati mi hanno aiutato a costruire ed a creare quella che, per i secoli, è stata chiamata la Dottrina di Pitagora.

Ho separato severamente i livelli, per non intor­bidare la mente debole dell'uomo con un peso insop­portabile.

La Moralità, l'Amore e la Bellezza: tutto questo Io ho messo alla base del primo livello e l'ho chiamato: il Silenzio dell’Anima.

Soltanto calmando la mente e imparando a domina­re tutta la negatività dentro di noi, imparando a cambiare noi stessi, come anima, e imparando a sviluppare l'amore e la saggezza in noi stessi, solo cosi è possibile diventare candidati, che faranno la parte degli allievi migliori. Ho fatto diventare l'antica tradizione dell'iniziazione spiri­tuale una scienza: la scienza sullo sviluppo dell'anima. Tutto quello che fate voi è l'eredità e la continuazione dell'Affare, che ho cominciato Io sulla Terra.


La Saggezza è la conoscenza spirituale del Supre­mo. Non ha tanto valore la conoscenza, che esercita sol­tanto la mente e sviluppa la memoria, questa sì può pa­ragonare ad un gioco a palla, che allena i muscoli.

La conoscenza diventa preziosa quando porta alla cognizione della Verità e della Legge della Vita dell'In­tero.

Senza dinamica del cambiamento spirituale le conoscenze sono inutili!

Senza la moralità, le conoscenze sono pericolose!

Mi piace la vostra idea di aprire il sito. Ho inten­zione di correggerlo un po'. Vorrei proporvi di integra­re il sito dove sono le foto e le spiegazioni sotto ogni foto con i testi delle "Lezioni del silenzio interiore".

Vi propongo di fare diventare questo sito: la Scuo­la di Pitagora, funzionante e aperta a tutti.

Io, Pitagora, apro di nuovo la mia Scuola sulla Ter­ra! Qui e adesso, e con il vostro aiuto, Miei cari amici, tutto questo ha avuto un inizio. I testi di questo sito fa­ranno parte del primo livello per chi ha bisogno della Saggezza e dell'Amore.

Vorrei attirare l'attenzione dei giovani sulle Leggi dell'esistenza e sul senso della vita.

Vorrei infondere l'amore per la Saggezza! Glorifi­care la bellezza della Terra! Vorrei che le consuetudini di vita caratterizzate dalla Bontà diventassero il fonda­mento della vita per le comunità umane! E vorrei spa­lancare la porta per far entrare nel mondo l'Amore Di­vino, la Calma e la Beatitudine in chi ne sente il desi­derio" (Pitagora, gennaio 2007).

 

* * *

 

Pitagora, filosofo greco (571-570 a.C. - 497-496 a.C), era un rigoroso vegetariano. Si trasferì dalla nativa Samo a Crotone, nella Magna Grecia, fondandovi una comu­nità filosofica religiosa, che ha avuto un gran successo e diffusione.

Lo scopo suo era un rinnovamento morale della società e la depurazione da certe concezioni religiose, nonché la trasmissione dei metodi spirituali d'autoper-fezionamento agli allievi meritevoli. L'Associazione si presentava come una comunità di monaci fra i quali c'erano uomini e donne, che onorarono Pitagora come il Dio incarnato. La fine dell'attività di questa Grande Scuola è venuta a causa di una repressione della gente locale primitiva.

Pitagora ha creato i capolavori di filosofia, matematica, astronomia, musica. Lui sapeva, che la Terra sì presenta come una palla, dentro la quale si trova un Fuo­co Centrale. Insegnava che l'anima è immortale e ogni volta che subisce una nuova incarnazione diventa sem­pre più perfetta.

Attualmente Pitagora si manifesta come il Mae­stro Divino, il Rappresentante del Creatore, nella zona del mare Mediterraneo e della sua costa.

 

* * *

 

Pitagora è nato nell'isola di Samo. La sua nascita è stata predetta da un profeta, tramite il quale il Dio in anticipo aveva annunciato ai genitori che il bambino da grande sarebbe diventato famoso per la sua saggezza, la sua bellezza e suoi Grandi Capolavori. Fin da bambino ha mostrato interesse e capacità per la filosofia e tante altre scienze. Lui assimilava le cognizioni di medici­na, biologia, astronomia, matematica, nonché musica e pittura prendendo le lezioni dai migliori scienziati del suo tempo. Poi continua l'istruzione religiosa in Egitto, dove diventa un sacerdote. In seguito si trova in Persia, dove continua a studiare le cognizioni mistiche.

Nell'età della piena maturazione Pitagora ha fon­dato la Sua Scuola spirituale nella città di Crotone. Di come procedeva il lavoro noi sappiamo qualcosa dai racconti degli Allievi di Pitagora, alcuni di loro, grazie al Suo aiuto, si sono riuniti a Dio e ora fanno parte del Creatore.

Vi presentiamo la traduzione del testo "La poe­sia d'oro di Pitagora", che è stata destinata all'insegna­mento dei principianti della Scuola.

 

 

 

 

La poesia d'oro di Pitagora1

 

Preparazione

Tu devi davanti al Dio Immortale fare i sacrifici: rimanere fedele, onorare il ricordo dei grandi eroi, vi­vere in pace con tutto il mondo.

 

Purificazione

Rispetta i tuoi genitori ed anche il tuo prossimo.

Come nell'amicizia, anche nel matrimonio scegli una persona saggia, ascolta i suoi consigli, segui il suo esempio, per motivi insignificanti mai litigare con lui.

Ricordati la legge delle cause e degli effetti, che è nel tuo destino.

La possibilità di vincere le tue passioni ti è stata data dall'alto. Allora imbriglia in te stesso, con tutta la forza della tua volontà: avidità, pigrizia, passioni ses­suali e rabbia avventata!

1 Basato sulla traduzione di E.P.Kaznaceeva, che è stata pubblicata sul sito http://bookred.ru/books_107963.html


Trovandoti da solo o davanti alla gente abbi paura di fare le cose brutte! Custodisci il tuo onore!


Sii sempre giusto nelle parole e nelle tue azioni, seguendo inflessibilmente gli ordini della ragione e della legge.

Non dimenticare che il destino, inevitabilmente, porta tutti alla morte.

Ricordati che i beni terreni possono arrivare facilmente, ma nello stesso modo sì perdono.

Le disgrazie che la gente incontra devono essere sopportate con mite pazienza pensando che apparten­gono al proprio destino, ma nello stesso momento cia­scuno deve cercare possibilmente di alleggerire il do­lore. Ricordati: il Dio Immortale non dà mai alla gente prove più grandi di quelle che possono essere soppor­tate.

Tante possibilità di scelta esistono nella vita uma­na. Tante di queste sono buone, ma altre no. Per que­sto, prima di tutto, è necessario guardarle attentamente, per scegliere fra loro quelle che conducono alla strada più giusta per noi. Se fra la gente l'errore domina sul­la verità, il saggio si allontana e aspetta che la vittoria della giustizia arrivi di nuovo.

Ascolta con tanta attenzione quello che ti dico e ri­cordati: non ti devono mettere in imbarazzo le azioni e i pensieri delle altre persone, loro non ti devono stimo­lare alle azioni e a parole nocive e dannose!

Ascolta i consigli della gente ma da solo rifletti continuamente! Soltanto lo stupido agisce senza pen­sare prima!

Fai solo quello che, dopo, non ti porta alla disgra­zia e non sarà il motivo di farti sentire i rimorsi della coscienza!

Se c'è qualche cosa che non conosci, non comin­ciare ad agire prima di avere capito e dopo, avendo im­parato, puoi arrivare al successo!

Non devi sacrificare il tuo corpo, ma cerca di dar­gli da mangiare, da bere e di fare tutto in una certa misura per fortificarlo nel modo giusto, senza esagerare e senza pigrizia!

Nella tua vita cerca, possibilmente, di mantenere tutto in ordine. Il lusso mandalo via! Per colpa sua na­sce l'invidia fra la gente.

Abbi paura d'essere tirchio!

Abbi paura di sciupare la bontà, come fanno i fannulloni!

Fai soltanto quello che, né adesso, né dopo, ti por­ta alla distruzione! Perciò pensaci prima di fare un pas­so o un atto.

 

Perfezionamento

Non deve chiudere il sonno le tue palpebre appesantite prima che per tre volte tu non ti sia ricordato delle tue azioni compiute nel giorno.

Come un freddo giudice le dovrai analizzare, chiedendoti: "Che cosa ho fatto di buono? In cosa non sono riuscito di quello che dovevo fare?" Così controlla nell'ordine tutto ciò che hai fatto durante il giorno, dalla mat­tina fino la notte e, per quello che hai sbagliato, tu devi pentirti! Sii gioioso per le cose belle, fatte bene, e per i successi riportati.

Usa questo manuale, pensaci sopra di continuo e cerca di seguire i suoi insegnamenti sempre! Perché i Miei consigli ti avvicinano alla Perfezione! Garante di questo sarà Lui, Chi ha messo dentro di noi il pegno della Sostanza Divina e della virtù superiore!

Prima di cominciare i tuoi affari, devi rivolgerti al Dio con sincera devozione e così, con il Suo aiuto, tu potrai finire ciò che hai cominciato.

Quando su questa strada tu ti sarai rinforzato, ar­riverà il momento di sapere tutto del Dio Immortale e anche della gente, e di ciò che determina la diversi­tà fra le persone, di Lui, Che contiene tutti perché in ciascun c'é il suo Fondamento, e anche del fatto che il Creato corrisponde all'Intero Unico e che nell'Eterno non esiste la materia morta.

Dopo che avrai saputo questo, non sbaglierai più perché per te sarà tutto chiaro.

Saprai anche che la gente da sola è colpevole delle sue disgrazie per causa della propria ignoranza! E le persone sono libere di fare la loro scelta!

Che sofferenza per loro! Nel loro accecamento fol­le non vedono che la felicità, che desiderano tanto, si nasconde nel loro proprio profondo!

Ci sono pochissimi di noi che possono liberarsi dalla disgrazia con il proprio sforzo, perché le persone sono cieche nella comprensione della legge che regola la costruzione del proprio destino! Come se fossero ruo­te, loro si rotolano sulla discesa della montagna, por­tando con sé il peso degli errori del passato, di tutto il male che è stato fatto, dei litigi, tutto questo invisibil­mente dirige i loro destini fino alla loro morte...

Invece di cercare il litigio dappertutto, gli uomini devono evitarlo e cedere senza discussione...

Solo Tu, il Dio potente, sei capace di liberare il po­polo umano dalle loro disgrazie, dimostrando a tutti che sono stati vittime dell'oscurità dell'ignoranza, che li ha accecati!

Tuttavia ugualmente non bisogna perdere la spe­ranza di salvare la gente da quel buio profondo perché ogni persona ha nel suo cuore la radice Divina, e la natura è pronta ad aprire a tutti i misteri dell'esistenza. Se riuscirai anche tu a scoprirli, allora presto accadrà quello che Io ti predico!

Allora prendi cura della tua anima! Questo ti apri­rà la strada per la Libertà!

Tu devi astenerti dall'alimentazione carnivora: tut­to questo è opposto alla tua natura e impedirà la tua purificazione!

Quindi se vuoi liberarti dai legami terrestri, pren­di come comandamento, quella comprensione che ti è stata data! Sarà questo a guidare il tuo destino!

E dopo il cambiamento totale della tua anima, po­trai diventare anche tu il Dio Immortale, che ha calpe­stato la morte.

Фильчаков прокурор отзывысообщения через интернеткакой цвет межкомнатных дверей выбрать для студиикуплю леновоrfhnf dbpfвыбор планшета на androidчугунный котеллобановский класс харьковгде получить справку о нетрудоспособностиsurrogacy requirementsкуплю ноутбук в москвеноутбуки распродажа москва
Last Updated on Thursday, 14 October 2010 15:56